Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Chi Siamo

Col numero 55 si è aperta una nuova serie di «Allegoria», la terza. La nostra rivista ha sempre cercato di restare fedele al progetto che è implicito nel suo nome – usare la letteratura per parlare di altro, per dire qualcosa di significativo sulla vita individuale e collettiva –, ma negli ultimi tempi è diventato sempre più difficile rimanere all’altezza di un simile programma.

Del resto, l’unico grande dibattito da cui la critica letteraria europea è stata attraversata negli ultimi quindici anni ha avuto proprio come tema la crisi della critica letteraria: l’oggettiva marginalità di questa disciplina, la sua incapacità di suscitare interesse, la sua angustia intellettuale.

Per molti la crisi non è stata una semplice discussione teorica: è stata anzitutto il senso di inutilità, di fastidio, di noia, con cui sempre più spesso abbiamo letto i saggi appena pubblicati e constatato come sia arduo sottrarsi alle due derive speculari che affliggono, oggi, i discorsi sulla letteratura – l’erudizione fine a se stessa e l’impressionismo velleitario.

Per fronteggiare meglio questo stato di cose, per rilanciare la discussione teorica e lo spirito militante di «Allegoria», abbiamo deciso di aprire una nuova serie. Vorremmo far uscire la critica dal suo isolamento specialistico e riportarla nell’ambito generale della cultura.

Ci apriremo più di quanto non abbiamo fatto finora alla filosofia, alle scienze umane, al cinema, alle letterature straniere, alla letteratura premoderna interpretata con uno sguardo moderno; privilegeremo saggi di argomento generale, e non contributi strettamente specialistici; adotteremo, per quanto possibile, uno stile diretto e concreto, una forma di "ecologia della scrittura" che vada dritta al contenuto di verità dei testi; indicheremo con chiarezza le opere contemporanee che, secondo noi, meritano di essere lette; presenteremo ai lettori italiani alcuni saggi stranieri che giudichiamo importanti e che non sono stati mai tradotti.

Vorremmo proporre un nuovo modello di discussione intellettuale e suscitare l’interesse dei critici, degli scrittori e dei lettori che condividono questo progetto, in particolare di coloro che si sono formati negli anni del postmoderno. Per rendere più regolari le uscite, abbiamo deciso di pubblicare la terza serie di «Allegoria» con cadenza semestrale.

Abbiamo riorganizzato la struttura interna della rivista. I numeri si aprono quasi sempre con una sezione intitolata Il tema e dedicata a una figura intellettuale o a un particolare argomento di riflessione. Segue Teoria e critica, che contiene saggi su problemi generali o autori importanti. Nella sezione Il presente sono pubblicati saggi critici o interviste sulla letteratura dei nostri anni.

Una delle novità maggiori è la sezione Canone contemporaneo. Ospita saggi brevi dedicati alle opere di letteratura, teoria, critica, filosofia, scienze umane, cinema, arti figurative, musica, uscite negli ultimi decenni, e intende proporre, com’è implicito nel suo titolo, un canone delle opere che giudichiamo decisive per la comprensione del presente.

In Il libro in discussione (o Il film in discussione) sottoponiamo un’opera uscita da poco a una discussione corale, condotta da più autori. I numeri si chiudono, infine, con Tremila battute, la rubrica delle recensioni, che cercheremo di rendere sempre più numerose e sistematiche.

 

Colophon

Direttore Editor-in-chief
Romano Luperini
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Comitato Direttivo
Executive Editors
Pietro Cataldi
Raffaele Donnarumma
 
Redattori
Editorial Board
Valentino Baldi
Alessio Baldini
Anna Baldini
Riccardo Castellana
Valeria Cavalloro
Giuseppe Corlito
Tiziana de Rogatis
Damiano Frasca
Margherita Ganeri
Alessandra Nucifora
Franco Petroni
Guglielmo Pianigiani
Gilda Policastro
Felice Rappazzo
Cristina Savettieri
Michele Sisto
Tiziano Toracca
Massimiliano Tortora
Emanuele Zinato
 
Redattori all’estero
International Advisory Board
Franco Baldasso (Bard College)
Irene Fantappiè (Humboldt Universität zu Berlin)
Guido Furci (Université Sorbonne Nouvelle, Paris III)
Maria Anna Mariani (University of Chicago)
Christian Rivoletti (Friedrich-Alexander Universität Erlangen-Nürnberg)
Gigliola Sulis (University of Leeds)
 
Capo redattrice
Managing Editor
Anna Baldini
Università per Stranieri di Siena
p.za Carlo Rosselli 27/28
53100 Siena
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Segreteria di redazione
Editorial Assistant
Valeria Cavalloro
Università di Siena
via Roma 56
53100 Siena
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Responsabili di sezione
Features Editors
 
"Canone Contemporaneo"; "Il Presente"
Massimiliano Tortora
Università di Perugia
Dipartimento di Lettere 
Via degli Offici 14
06123 Perugia
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
"Il libro in questione"
Emanuele Zinato
Università di Padova
Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari
Piazzetta G. Folena 1
35 137 Padova
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
"Tremilabattute"
Cristina Savettieri
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I libri inviati per recensione vanno spediti a: Anna Baldini, Università per Stranieri di Siena, p.za Carlo Rosselli 27/28, 53100 Siena.

Tutti gli articoli pubblicati su «allegoria» sono sottoposti a peer-review interna o esterna. I saggi pubblicati nelle sezioni “Il tema” e “Teoria e critica” sono sottoposti a double- blind peer-review. L’archivio delle revisioni e l’elenco dei revisori esterni è disponibile presso la segreteria di redazione.