Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Studi italiani, scienze umane, memoria, identità

Gli ultimi anni hanno visto affermarsi, in Italia ma non solo, un dibattito di particolare interesse teorico e speculativo il quale si è concentrato in modo forte sul senso e il destino dell’insegnamento della letteratura e più in particolare – per ciò che ci riguarda – sul significato che l’insegnamento della letteratura italiana riveste ed è destinato a rivestire, nelle scuole come nelle università, all’interno delle “agenzie educative” del nuovo secolo.

Ripercorrere tale dibattito può essere un modo per proporre frammenti di soluzioni, individuare strade di intervento e linee di lavoro per chi studia e insegna letteratura a ogni livello; in primis certo per chi lavora nella scuola, ma anche per chi, insegnando nell’università, si trova a gestire la pregiudiziale “stanchezza” dello studente – si pensi ai nuovi e caotici corsi umanistici di Scienze della Comunicazione. Una stanchezza significativa, che puzza di ansia e difficoltà, di paura e rimozione. Tare condivise più di quanto non si pensi da docenti e studenti.

Documento senza titolo

Scarica l'articolo completo

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Acquista questo articolo

Per acquistare solo questo articolo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Casalini nel quale potrai effettuare l'acquisto e scaricare il singolo articolo.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

allegoria58

Allegoria n.58

«È necessario, capisce? In tutto questo la sofferenza umana non deve contare niente». «Sì, ma comunque qualcosa conta».

Era questo che non riuscivo ad afferrare: l’enorme, assoluta sproporzione tra la facilità con cui si può uccidere e la grande fatica che si deve fare a morire. Per noi era un’altra sporca giornata di lavoro; per loro la fine di tutto.

(Jonathan Littell, Le Benevole)

sommario

Di seguito è disponibile l'indice completo del numero diviso per le sezioni tematiche della rivista.
Fai clic su un titolo di sezione per espandere l'indice degli articoli contenuti.

Il tema: La critica tematica oggi

Teoria e critica

Il presente

Canone contemporaneo

Il libro in questione

Insegnare letteratura

Tremila battute