Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Il racconto di un terrore confuso. Gertrude (da "I promessi sposi")

• «Nessuno però le disse mai direttamente: tu devi farti monaca». Gertrude colpisce l’attenzione e la memoria dei lettori più di ogni altro personaggio dei Promessi sposi. Attraverso l’analisi delle forme del racconto, questo saggio cerca di spiegare perché la vicenda della «Signora» sia una macchina narrativa – ed emotiva – di sconvolgente modernità.

• «No one ever said to her in so many words: You’ve got to be a nun». Gertrude strikes the reader and enters her/his memory deeper than any other character of the Promessi sposi [The Betrothed]. Working on the rhetoric of fiction, this paper aims at explaining why the story of «the Signora» is an emotional narrative device of astonishing modernity.

Documento senza titolo

Scarica l'articolo completo

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Acquista questo articolo

Per acquistare solo questo articolo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Casalini nel quale potrai effettuare l'acquisto e scaricare il singolo articolo.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

allegoria60

Allegoria n.60

L'arte ci consente di espandere la nostra particolare comprensione delle cose costringendoci ad assumere la prospettiva a entrare nel mondo di un altro essere umano concreto.

Questo modo concreto di prestare attenzione rispondere all'esperienza dell'altro essere costituisce - afferma il narratore - la sola via attraverso cui possiamo uscire da noi stessi e avere accesso ad altri “paesaggi”.

E in questo processo raggiungiamo anche una conoscenza di noi stessi che non potrebbe essere raggiunta altrimenti.

(Martha Nussbaum)

sommario

Di seguito è disponibile l'indice completo del numero diviso per le sezioni tematiche della rivista.
Fai clic su un titolo di sezione per espandere l'indice degli articoli contenuti.

Il tema: narrativa e vita psichica

Teoria e critica

Canone contemporaneo

Tremila battute