Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Stefano Lazzarin - Dal secolo breve del fantastico alla lunga durata del soprannaturale

In principio era Todorov.

Come rendere conto del saggio di Francesco Orlando sul soprannatura­le? Si potrebbe tentare di collocarlo sullo sfondo dell'opera orlandiana; oppure riflettere sul contributo che Orlando ha dato nei suoi libri - e più particolarmente in questo - alla nostra conoscenza e comprensione del fe­nomeno-letteratura; o interrogarsi sulla vicenda alterna della critica tema­tica in Italia, che spiegherà forse certi aspetti della ricezione del volume sugli oggetti desueti e dell'accoglienza che ha ricevuto, finora, questo stu­dio sul soprannaturale; o magari combinare i punti di vista citati, fra di es­si e con altri ancora. Qui scelgo un approccio diverso.

Documento senza titolo

Scarica l'articolo completo

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

allegoria78

  L'università italiana (ma europea in genere) negli ultimi vent'anni ha assistito a un profondo mutamento della sua identità

L'organizzazione non religiosa più sedentaria e immobile della storia occidentale si modifica:

è naturale pertanto che tutti provino a spingerla in una specifica direzione.

 

Massimiliano Tortora, L'università italiana tra compiti e mission.

 

Teoria e critica

Il presente

Repliche

Tremila battute