Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Tiziano Toracca - Debenedetti, il romanzo moderno e il modernismo italiano

Il saggio si propone di discutere le osservazioni di Debenedetti sul romanzo moderno, in gran parte confluite nel Romanzo del Novecento, e in particolare quelle che hanno contribuito a dare una fisionomia più chiara e coerente al romanzo modernista. A partire dall'uso che l'autore fa di termini come «romanzo moderno» o «romanzo di oggi» e attraverso un'analisi approfondita delle caratteristiche che attribuisce a questa "nuova" tendenza, il saggio riconsidera la posizione di Debenedetti nel dibattito sul modernismo, proponendo di supe­rare la periodizzazione che viene tradizionalmente ricavata dalle sue lezioni. Il saggio mostra che quella descritta da Debenedetti è una categoria unitaria che prende awio nel primo Novecento e giunge sino alla metà degli anni sessanta e che pur conservando un'articolazione interna si caratterizza per una compatta contrapposizione alla tradizione naturalista.

The essay discusses some of Debenedetti's observations on modem novel, collected in Il romanzo del Novecento, with particular attention to those which gave crucial contribution to a clearer and more consistent definition of modernist novel. By analysing the author's use of such key-words as «romanzo moderno» or «romanzo di oggi», and through an in-depth study of the features he confers to this "new" literary trend, the essay offers a new reading of Debenedetti's position in the field of the discussion about Modernism, by proposing to go pass the periodization commonly deduced by his lessons. The essay establishes that Debenedetti describes a united category starting from the beginning of Twentieth century and up to the Sixties, which, as internally jointed as it is, finds its identity in the light of its overall conflicting stance against the bygone naturalist tradition.

Acquista il numero di Allegoria 77

Per acquistare l'intero numero della rivista, in formato digitale (PDF), fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Scuolabook nel quale potrai effettuare l'acquisto.

Per acquistare l'intero numero della rivista, in formato cartaceo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dal quale potrai effettuare l'acquisto.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

allegoria77

  Come i giochi del bambino, la letteratura apre uno spazio immaginario fondato sulla sospensione o neutralizzazione della differenza tra vero e falso, uno spazio in cui vige il diritto di rispondere al piacere dell’immaginario. L’apertura stessa di un tale spazio costituisce una formazione di compromesso tra le istanze opposte del reale e dell’irreale. Questa ipotesi sulla letteratura in generale vale doppiamente per la letteratura con temi soprannaturali, un ambito che abbiamo già definito due volte immaginario.

Francesco Orlando.

 

Teoria e critica

Canone contemporaneo

Il libro in questione

Insegnare letteratura

Tremila battute