Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Damiano Frasca - Paesaggio con serpente

L'autore si occupa della raccolta poetica di Fortini Paesaggio con serpente (1984). L'analisi si concentra su alcu­ne caratteristiche generali del libro e sul suo titolo, che è un richiamo al pittore francese Poussin ma è anche la traccia di un dialogo con Sereni e zanzotto. Il saggio dedica ampio spazio all'analisi rawicinata della poesia ini­ziale della raccolta (I lampi della magnolia) e quindi del testo conclusivo (Molto chiare ... ).

The author discusses Fortini's collection Paesaggio con serpente (1984). The analysis is focused on some generai aspects of the book and on the title itself, which clearly refers to the French painter Poussin, but also evokes a dialogue with the poets sereni and zanzotto. Moreover the essay deals extensively with a close reading of the opening poem of the collection (I lampi della magnolia) as well as the conclusive one (Molto chiare ... ).

Documento senza titolo

Scarica l'articolo completo

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

allegoria77

  Come i giochi del bambino, la letteratura apre uno spazio immaginario fondato sulla sospensione o neutralizzazione della differenza tra vero e falso, uno spazio in cui vige il diritto di rispondere al piacere dell’immaginario. L’apertura stessa di un tale spazio costituisce una formazione di compromesso tra le istanze opposte del reale e dell’irreale. Questa ipotesi sulla letteratura in generale vale doppiamente per la letteratura con temi soprannaturali, un ambito che abbiamo già definito due volte immaginario.

Francesco Orlando.

 

Teoria e critica

Canone contemporaneo

Il libro in questione

Insegnare letteratura

Tremila battute