Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Indice degli autori

  • è professore di Letterature comparate all’Università di Pars Nanterre, lauréat dell’Académie française, membro onorario dell’Institut universitaire de France e fellow del Wissenschaftskolleg zu Berlin. Inizialmente concentrato sul periodo modernista, il suo lavoro si è esteso alla storia della letteratura e dei discorsi critici e teorici a partire dall’antichità. Oltre a Naissance de la critique moderne (2002), è autore anche di cinque saggi pubblicati per le Éditions de Minuit e tradotti in una decina di lingue: L’Adieu à la littérature (2005), Vie du lettré (2009; Il letterato: usi e costumi, Guanda 2011), Le Tombeau d’Œdipe (2012; La tomba di Edipo, ETS 2014), La Haine de la littérature (2015; The Hatred of Literature, Harvard University Press 2018) e Un savoir gai (in uscita nel 2018). Ha anche curato, tra le altre cose, una raccolta di saggi su Les Arrière-gardes au XXe siècle (Presses universitaires de France, 2004) e, più recentemente, l’edizione del XIII tomo dei Cahiers 1894-1914 di Paul Valéry (Gallimard 2016).
  • William Marx teaches Comparative Literature at the University of Paris Nanterre, he is lauréat of the Académie française, honorary fellow of the Institut universitaire de France, and fellow of the Wissenschaftskolleg zu Berlin. His work, originally focused on the modernist era, has come to include history of literature and of critical and theoretical discourses from antiquity onward. Beyond Naissance de la critique moderne (2002), he authored five essays that have been published by Éditions de Minuit and translated into tens of languages: L’Adieu à la littérature (2005), Vie du lettré (2009; Il letterato: usi e costumi, Guanda 2011), Le Tombeau d’Œdipe (2012; La tomba di Edipo, ETS 2014), La Haine de la littérature (2015; The Hatred of Literature, Harvard University Press 2018) and Un savoir gai (forthcoming 2018). He edited, among other things, the collection of essays Les Arrière-gardes au XXe siècle (Presses universitaires de France, 2004) and, most recently, the 13th volume of Paul Valéry’s Cahiers 1894-1914 (Gallimard 2016).