Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Indice degli autori

  • è critico letterario, traduttore e insegnante. È consulente del Centro internazionale di studi Primo Levi di Torino fin dalla sua fondazione nel 2008. Ha tenuto con Ann Goldstein nel 2014 la sesta Lezione Primo Levi, dal titolo In un’altra lingua/In another language, apparsa in edizione bilingue da Einaudi nel 2015. Scarpa ha firmato le Notes on the Texts e una Select Bibliography nell’edizione dei Complete Works di Levi, curata da Ann Goldstein e pubblicata da Liveright (W.W. Norton), New York, nel 2015. Con Fabio Levi ha curato la raccolta di scritti di Primo Levi e Leonardo De Benedetti Così fu Auschwitz. Testimonianze 1945-1986, pubblicata nel 2015 da Einaudi. Scarpa ha conseguito un dottorato in co-tutela (Letterature comparate e Études italiennes) presso le Università degli studi di Trento e Sorbonne Nouvelle-Paris III. Ha insegnato nelle Università di Napoli “L’Orientale” e di Milano-Bicocca, oltre che a Middlebury College, Vermont. Dal 2007 al 2010 è stato ricercatore di Letteratura italiana contemporanea presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, e nel primo quadrimestre del 2013 presso la Italian Academy at Columbia University, New York, con un progetto di ricerca su Eugenio Montale. Il suo volume Uno. Doppio ritratto di Franco Lucentini (:duepunti, Palermo 2011) è stato overall winner nella sezione «Novecento in Saggio» del Gadda Prize 2012. Ha curato opere di Berto, Breton, Calvino, Fruttero & Lucentini, Natalia Ginzburg, Franco Lucentini, Mastronardi, Rea, Goliarda Sapienza, Soldati e Stevenson. La sua edizione critica e commentata del carteggio tra Carlo Emilio Gadda e Goffredo Parise («Se mi vede Cecchi, sono fritto». Corrispondenza e scritti 1962-1973) è stata pubblicata nel 2015 da Adelphi. Nel 2016 ha curato tre importanti raccolte: Gli americani a Vicenza di Goffredo Parise (Adelphi); Un’assenza. Racconti, memorie, cronache 1933-1988 di Natalia Ginzburg (Einaudi); La gioia della partita. Scritti 1950-1977 di Cesare Garboli (Adelphi, con Laura Desideri). Attualmente sta curando un Album Primo Levi (con Roberta Mori) la cui uscita è prevista da Einaudi in autunno, e due volumi di Opere di bottega di Fruttero & Lucentini per i «Meridiani» Mondadori, la cui uscita è prevista per il 2019. La sua monografia Italo Calvino è uscita da Bruno Mondadori nel 1999. Ha scritto inoltre Pour un portrait de la tribu (Paris, 2010), studio su Natalia Ginzburg della quale cura le opere per Einaudi. Dal 2006 al 2012 ha curato Dal Romanticismo a oggi, terzo e ultimo volume dell’Atlante della letteratura italiana Einaudi, diretto da Sergio Luzzatto e Gabriele Pedullà. Nel 2010 ha pubblicato l’ampia raccolta di saggi Storie avventurose di libri necessari (Gaffi) e la breve lettura scenica Il segno del chimico. Dialogo con Primo Levi (Einaudi) interpretata da Valter Malosti in Italia e da John Turturro a New York. Ha tradotto testi di W.H. Auden, Willa Cather, Jonathan Coe, Philippe Forest, Cathleen Schine e George Steiner. Scrive per «Il Sole 24 Ore».

  • is a literary critic, translator, and teacher of university courses. He has worked as a consultant for the Turin-based Centro Internazionale di Studi Primo Levi since its foundation in 2008. In 2014, he gave the annual Primo Levi Lecture along with Ann Goldstein, entitled In un’altra lingua / In Another Language, published in a bilingual edition by Einaudi in 2015. Scarpa contributed with the Notes on the Texts and with a Select Bibliography to the American edition of Primo Levi’s Complete Works, edited by Goldstein and published by Liveright (W.W. Norton), New York, in 2015. Along with Fabio Levi, he edited Primo Levi con Leonardo De Benedetti, Così fu Auschwitz. Testimonianze 1945-1986, published by Einaudi in 2015.Scarpa earned doctoral degrees (Comparative Literature and Italian Studies) from the universities of Trento and the Sorbonne Nouvelle-Paris III. He taught at the universities of Napoli-L’Orientale and MilanoBicocca as well as Middlebury College (Vermont). He worked as a researcher in Contemporary Italian Literature at the Scuola Normale di Pisa from 2007 to 2010. He won a fellowship at the Italian Academy of Columbia University (New York) in the Spring semester, 2013, to conduct a research project on Eugenio Montale. His Uno. Doppio ritratto di Franco Lucentini (:duepunti, Palermo 2011) was the overall winner in the Gadda Prize «Novecento in Saggio» for 2012. He edited books by Berto, Breton, Calvino, Fruttero & Lucentini, Natalia Ginzburg, Franco Lucentini, Mastronardi, Rea, Goliarda Sapienza, Soldati and Stevenson. His philological and commented edition of the correspondence between Carlo Emilio Gadda and Goffredo Parise («Se mi vede Cecchi, sono fritto». Corrispondenza e scritti 1962-1973) was published by Adelphi in 2015. He has edited in 2016 three important collections: Parise’s Gli americani a Vicenza (Adelphi); Natalia Ginzburg’s Unassenza. Racconti, memorie, cronache 1933-1988 (Einaudi); Cesare Garboli’s La gioia della partita. Scritti 1950-1977 (Adelphi, with Laura Desideri). He is currently editing an Album Primo Levi (with Roberta Mori), due by Einaudi in Autumn 2017, and the two volumes of the Meridiani series of Fruttero & Lucentini’s Opere di bottega, which will be published in 2019 by Mondadori. Scarpa’s Italo Calvino was published by Bruno Mondadori in 1999. He also wrote Pour un portrait de la tribu (Paris, 2010) about Natalia Ginzburg and edits her works for Einaudi. In 2006-2012 Scarpa edited Dal Romanticismo a oggi, the third volume of the Atlante della letteratura italiana, directed by Sergio Luzzatto and Gabriele Pedullà (Einaudi). In 2010 Scarpa published a long collection of essays entitled Storie avventurose di libri necessari (Gaffi) and a short dramatic reading, Il segno del chimico. Dialogo con Primo Levi (Einaudi), which was put on stage by Valter Malosti in Italy and John Turturro in New York. He translated texts by W.H. Auden, Willa Cather, Jonathan Coe, Philippe Forest, Cathleen Schine and George Steiner. He writes for the newspaper «Il Sole 24 Ore».