Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Anna Borgarello - Un romanzo lungo trent’anni. Fratelli d’Italia di Alberto Arbasino tra modernismo e postmoderno

L’articolo offre un confronto tra la prima e l’ultima edizione di Fratelli d’Italia di Alberto Arbasino alla luce delle categorie di “modernismo” e “postmoderno”. Allo stesso tempo, attraverso l’analisi dei testi, argomenta l’utilità ermeneutica di queste categorie nel descrivere i rapporti complessi e il passaggio tra due diverse fasi della letteratura italiana. Dopo una breve premessa teorica, il saggio complica la visione di un Arbasino diviso tra poetica modernista e prassi scrittoria postmoderna analizzando, in particolare, i cambiamenti cui sono sottoposti tre aspetti fondamentali dell’opera: la relazione tra letteratura e realtà, la tensione verso una struttura totalizzante e le aspirazioni saggistiche. Così facendo, esso mostra come la resistenza modernista paradossale e già incrinata della prima edizione lasci il posto alle soluzioni più decisamente postmoderne dell’ultima versione.

This article offers a comparison between the first and the last editions of Alberto Arbasino’s Fratelli d’Italia through the categories of “modernism” and “the postmodern”. At the same time, by means of the textual analysis, it asserts the hermeneutical usefulness of these categories to describe the passage from one phase of Italian literature to another, as well as the complex relationships between the two phases. After a brief theoretical premise, the essay complicates the reading of Arbasino as an author split between a modernist poetics and a postmodern narrative praxis. It does so by specifically analyzing the changes related to three crucial aspects of the text: the relationship between literature and reality, the text’s tension towards a totalizing structure, and its essayistic aspirations. In this way, the article shows how the first edition’s paradoxical and already-undermined modernist resistance is replaced by the last version’s postmodern solutions.

Documento senza titolo

Scarica l'articolo completo

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.


Acquista il numero di Allegoria 78

Per acquistare l'intero numero della rivista, in formato digitale (PDF), fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Scuolabook nel quale potrai effettuare l'acquisto.

Per acquistare l'intero numero della rivista, in formato cartaceo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dal quale potrai effettuare l'acquisto.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

allegoria78

L'università italiana (ma europea in genere) negli ultimi vent'anni ha assistito a un profondo mutamento della sua identità L'organizzazione non religiosa più sedentaria e immobile della storia occidentale si modifica: è naturale pertanto che tutti provino a spingerla in una specifica direzione.

Massimiliano Tortora, L'università italiana tra compiti e mission.

 

Teoria e critica

Il presente

Repliche

Tremila battute