Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

La poliedrica attenzione di Primo Levi. Intervista ad Ann Goldstein

(a cura di Franco Baldasso, traduzione di Anna Baldini)

«L’interesse [di Primo Levi] per la traduzione dei suoi libri era eccezionale», ha scritto lo storico britannico – e primo traduttore in lingua inglese di Se questo è un uomo – Stuart Woolf. Non si tratta di un’affermazione sorprendente: la traduzione costituisce un aspetto fondamentale della scrittura di Levi, e lo scrittore la considerava uno strumento vitale per indagare la condizione umana. Nella personalissima enciclopedia costituita dalla sua opera ricorrono diverse lingue, dialetti e gerghi, insieme alle reciproche traduzioni.

Grazie a The Complete Works of Primo Levi, operazione editoriale diretta da Ann Goldstein per i tipi Liveright della W.W. Norton, oggi è possibile leggere l’intera opera di Levi in inglese. Il pubblico anglofono ha ora l’opportunità di valutare la complessità di questo grande scrittore, e di apprezzare le sue opere testimoniali e autobiografiche più celebrate insieme ai racconti e saggi meno noti, finora inediti in lingua inglese. Woolf è solo uno dei molti traduttori autorevoli che hanno unito le forze per presentare l’opera integrale di Levi ai lettori anglofoni sotto la direzione della coordinatrice, lei stessa traduttrice pluripremiata e redattrice del «New Yorker».

Goldstein è nota soprattutto per essere stata la voce inglese della tetralogia napoletana di Elena Ferrante, che tanto successo ha avuto negli Stati Uniti, ma ha anche tradotto l’opera di altri importanti autori italiani come Giacomo Leopardi, Pier Paolo Pasolini, Roberto Bilenchi e Roberto Calasso, ottenendo riconoscimenti significativi: il PEN Renato Poggioli Translation Award e una Guggenheim Fellowship. Durante la nostra conversazione, che prende le mosse da Levi, non abbiamo discusso solo di quest’autore poliedrico, ma anche del «vigile, a tratti ossessivo» mestiere del traduttore.

(Franco Baldasso, 15 gennaio 2016)

Documento senza titolo

Scarica l'articolo completo

Articolo completo

Fai clic sull'icona del file a lato per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.


Acquista il numero di Allegoria 75

Per acquistare l'intero numero della rivista, in formato digitale (PDF), fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Scuolabook nel quale potrai effettuare l'acquisto.

Per acquistare l'intero numero della rivista, in formato cartaceo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dal quale potrai effettuare l'acquisto.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.