allegoriaonline.it

rivista semestrale

anno XXXIII - terza serie

numero 83

gennaio/giugno 2021

Romano Luperini – Annie Ernaux, Les Années

È tempo di autobiografismo, anche se spesso assai diverso da quello praticato perlopiù in passato. Il fatto è che il corpo, la sua storia nel mondo, la sua vita naturale e sociale, è l’unico bene certo che ci è rimasto, l’unica sicurezza, benché caduca, su cui possiamo contare, l’unica cosa salda di cui disponiamo nella incertezza e nella confusione in cui viviamo. In un mondo in cui tutto è mediato e sfuggente, si può cercare di orientarsi sulla base dell’esperienza concretamente vissuta. Altri mezzi, altri strumenti di conoscenza (ideologici, scientifici, filosofici, religiosi), sono diventati con il tempo improbabili.

Ciò non significa ricorso all’autobiografia tradizionale, anzi. Lo spazio fra autobiografia, romanzo autobiografico, autofiction è molto ampio e la letteratura contemporanea lo percorre in lungo e largo, ibridando generi diversi e persino mescolando biografia e autobiografismo (come fa il recente L’uomo del futuro di Eraldo Affinati).

Nei casi più interessanti, però, l’autobiografismo è un modo per parlare non tanto di un io empirico, quanto di un io storico, per parlare, insomma, di comportamenti e situazioni del mondo non sempre o non completamente riconducibili alla condizione soggettiva dell’autore ma…

Scarica l'articolo completo

Fai sul pulsante in basso per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Articolo completo

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti alla rivista o acquistare la versione cartacea fai clic sul pulsante per accedere alla pagina acquisti e abbonamenti.

Acquisti e abbonamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *