allegoriaonline.it

rivista semestrale

anno XXXIII - terza serie

numero 83

gennaio/giugno 2021

Daniele Lo Vetere – Alla ricerca della concretezza perduta. Riflessioni su educazione linguistica ed educazione letteraria a margine della polemica sull’«appello dei 600»

1. Scatole cinesi

I dibattiti e le polemiche – certo con più evidenza da quando esistono i social network, ma a ben guardare da sempre – sono a volte giochi di scatole cinesi, in cui i contesti interpretativi impazziscono.

La polemica sull’«appello dei 600» non ha fatto eccezione. Bisogna dire che il la al discordo è stato dato dal contenuto stesso dell’appello, molto confuso, perché mescolava senza distinzione problemi di apprendimento linguistico, di disciplina e “serietà”, di valutazione, di tenuta del sistema scolastico. Da questo iniziale passo falso, però, si è arrivati allo scontro tra Reazione e Progresso.

Ma nel caso del dibattito sull’apprendimento della lingua, il discorso è aggravato da una confusione originaria, che data agli Sessanta e Settanta, quando si è cominciato a parlare di educazione linguistica. I corto circuiti che da allora ci accompagnano sono, schematicamente, questi: sovradeterminazione politica delle pratiche didattiche, per cui ci sarebbero pratiche di destra e pratiche di sinistra; sovrapposizione, per non dire perfetta coincidenza, tra educazione linguistica, inclusione sociale, partecipazione alla vita democratica; confusione tra teoria e prassi, per cui si rimuove la differenza costitutiva tra prescrizioni magari sensate al livello della scienza linguistica ma non sempre facili da applicare sul terreno della didassi.

In questo quadro rimettere ordine non è facile. Le vecchie questioni…

Scarica l'articolo completo

Fai sul pulsante in basso per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Articolo completo

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti alla rivista o acquistare la versione cartacea fai clic sul pulsante per accedere alla pagina acquisti e abbonamenti.

Acquisti e abbonamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *