allegoriaonline.it

rivista semestrale

anno XXXIII - terza serie

numero 83

gennaio/giugno 2021

Antonio Tricomi – Philip Roth, Pastorale americana

Quando, nel 1961, Hannah Arendt pubblica la raccolta di saggi Tra passato e futuro, altro non fa che proseguire il discorso iniziato dieci anni prima con Le origini del totalitarismo e dimostrarne l’attualità. Nel suo capolavoro aveva infatti spiegato come il totalitarismo sia stato l’esito delle aporie della modernità. È dai limiti, concettuali e giuridici, dello Stato-nazione ottocentesco; è dal logorio dei paradigmi di sapere elaborati tra XVIII e XIX secolo; è dalla conseguente atomizzazione di una società in cui ogni individuo diventa l’anonimo componente di una massa standardizzata e amorfa, che esso a suo avviso prende corpo, determinando una frattura storica epocale: almeno in Occidente, i regimi totalitari esauriscono l’intera tradizione politico-culturale precedente, aprendo un’ancora indefinibile fase nuova. La crisi dell’autorità e dell’agire, della libertà e della famiglia, della cultura e dell’istruzione che, nel volume successivo, la Arendt scorge in tutte le democrazie occidentali, Stati Uniti compresi, e che implicitamente invita a monitorare, temendo possa favorire, anche nel Paese in cui dal 1941 vive, forme “morbide” di totalitarismo, discende appunto da questa traumatica interruzione della continuità sia storica sia culturale.

Scarica l'articolo completo

Fai sul pulsante in basso per scaricare l'articolo completo in formato Acrobat PDF.

Articolo completo

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti alla rivista o acquistare la versione cartacea fai clic sul pulsante per accedere alla pagina acquisti e abbonamenti.

Acquisti e abbonamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *