Informativa sull'utilizzo dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Valeria Cavalloro - L’utopia, la pubblicità e la morte: dove sta andando YouTube

Tra il 2017 e il 2018 l’improvvisa crisi degli inserzionisti passata alla cronaca come Adpocalypse ha portato YouTube dall’essere il secondo sito più frequentato del pianeta fino a sfiorare le soglie del fallimento. Per la quantità e la complessità dei rapporti di forza che ha reso espliciti in uno spazio di tempo così breve, questo episodio offre un esempio eccellente delle contraddizioni che attraversano lo spazio culturale dei nostri giorni: illumina le dinamiche interne che questa gigantesca entità virtuale intrattiene con i suoi utenti fornendo uno spaccato di quella nuova regione dell’economia che è costituita dal lavoro culturale online; rende osservabile il conflitto tra le esigenze degli spazi pubblici di parola e la loro dipendenza da un modello pubblicitario che interviene con gesti di censura; materializza la lotta che l’avvento di un nuovo soggetto culturale scatena nel campo simbolico e ci interroga sul futuro della rete come area discorsiva in bilico tra regimi privati e dimensione pubblica.

Leggi tutto

Felice Rappazzo - Rifiuti del mondo globalizzato. Inchieste di Alessandro Leogrande

Queste pagine espongono i temi e gli obbiettivi di due libri del giornalista e scrittore Alessandro Leogrande. Essi sono dedicati a un tema sociale di grande attualità, la migrazione di popoli. I “migranti” sono sia quelli interni alla comunità Europea sia quelli che provengono dall’Africa o dall’Asia. Essi costituiscono uno dei nuovi margini sociali, e sono al tempo stesso il risultato della globalizzazione. L’inchiesta, ricca di partecipazione emotiva, è lo strumento di indagine che Leogrande predilige nel suo lavoro.

Leggi tutto

Anna Boccuti - Istruzioni per costruire un classico: il caso Cortázar

A partire dalla commemorazione letteraria come cerimonia pubblica che consacra la condizione di “classico” di un’opera o di un autore, nella prima parte di questo studio (par. 1 e 2) si tenterà di verificare se e in che modo gli anniversari celebrati durante il 2017 – fra cui il centenario della nascita di Juan Rulfo, il cinquantenario del Premio Nobel a Miguel Ángel Asturias o la pubblicazione di Cent’anni di solitudine, di Gabriel García Márquez – hanno influenzato la ricezione della letteratura ispanoamericana in Italia. Nella seconda parte, si analizzeranno alcune tra le numerose pubblicazioni (traduzioni, recensioni, note) dedicate a un autore “ritrovato”, Julio Cortázar, cercando di determinare le coordinate che hanno dominato la ricezione italiana della sua opera e orientato la costruzione della sua figura letteraria come nuovo classico negli ultimi anni.

Leggi tutto

allegoria78

L'università italiana (ma europea in genere) negli ultimi vent'anni ha assistito a un profondo mutamento della sua identità

L'organizzazione non religiosa più sedentaria e immobile della storia occidentale si modifica:

è naturale pertanto che tutti provino a spingerla in una specifica direzione.

 

Massimiliano Tortora, L'università italiana tra compiti e mission.

 

Teoria e critica

Il presente

Repliche

Tremila battute