allegoriaonline.it

rivista semestrale

anno XXXIII - terza serie

numero 83

gennaio/giugno 2021

Autore:

Gigliola Sulis

ha ottenuto un PhD in Italian Studies alla University of Reading nel 2005, ed è attualmente direttrice di ricerca in italianistica e Grant Champion della School of Languages, Cultures and Societies alla University of Leeds. I suoi principali interessi di ricerca sono: la letteratura multilingue, le letterature regionali, le rappresentazioni culturali e artistiche del policentrismo italiano e delle tensioni tra la dimensione locale e quella nazionale. Il suo metodo di ricerca combina stilistica, narratologia e problemi di identità sollevati dalla diversità multiculturale. Ha pubblicato studi sulla letteratura multilingue, su lingua e stile di scrittori italiani contemporanei (Luigi Meneghello, Andrea Camilleri, Joyce Lussu, Laura Pariani, Sergio Atzeni, Marcello Fois), sul canone letterario, sulla poesia dialettale moderna, sulla letteratura sarda e sulle scritture femminili del ventesimo secolo. Si interessa inoltre di storia contemporanea italiana, con particolare attenzione alla Resistenza e ai conflitti sociali degli anni Settanta.

PhD in Italian Studies (University of Reading, 2005), she is currently director of research in Italian and Grant Champion in the School of Languages, Cultures and Societies at the University of Leeds. Her main research interests are: multilingual literature, regional literatures, cultural and artistic representations of Italian polycentrism and of the tension between local and national dimension. Her research approach integrates stylistics, narratology, and problems of identity raised by multicultural diversity. She has published on multilingual literature, the language and style of contemporary Italian writers (e.g. Luigi Meneghello, Andrea Camilleri, Joyce Lussu, Laura Pariani, Sergio Atzeni, Marcello Fois), the literary canon, modern dialect poetry, Sardinian literature, and twentieth-century women’s writing. She also has an interest in contemporary Italian history, with a main focus on the Resistance and on social unrest in the 1970s.

Marianna Marrucci

insegna nei corsi online dell’Università per Stranieri di Siena. Si è occupata soprattutto di poesia contemporanea, dei rapporti tra letteratura e canzone d’autore e di didattica della letteratura. Insieme a Valentina Tinacci ha curato l’edizione dell’opera a testimonianza mista (cartacea e digitale) Un giorno o l’altro di Franco Fortini (Quodlibet 2006). È autrice di libri di testo e di strumenti didattici per la scuola.

teaches online at the University for Foreigners of Siena. Her main research fields are contemporary poetry, the relationships between literature and popular music and literature teaching. With Valentina Tinacci, she edited the paper and digital work Un giorno o l’altro (Quodlibet 2006) by Franco Fortini. She writes books for the schools and has elaborated educational materials and tools.

Francesca Lorandini

è dottore di ricerca in Letteratura comparata presso l’Università di Trento e di Paris Ouest Nanterre la Défense. Insegna Lingua e Letteratura francese nelle università di Trento e di Ferrara. I suoi interessi di ricerca riguardano principalmente la letteratura francese contemporanea e la storia della critica. Nel 2019 è uscito il suo libro Au-delà du formalisme. La critique des écrivains pendant la seconde moitié du XXe siècle (France-Italie) (Garnier).

PhD in Comparative Literature at the University of Trento and the University Paris Ouest Nanterre la Défense. She teaches French language and literature at the Universities of Trento and Ferrara. Her research interests focus on French contemporary literature and the history of criticism. In 2019, her book Au-delà du formalisme. La critique des écrivains pendant la seconde moitié du XXe siècle (France-Italie) (Garnier) was published.

Filippo Gobbo

è dottorando in Italianistica presso l’Università di Pisa in cotutela con la Friedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg. Nella sua ricerca si occupa prevalentemente di analizzare modi e forme del romanzo generazionale nella letteratura italiana contemporanea. Tra i suoi principali interessi di ricerca la teoria dei generi (in particolare la forma del romanzo familiare), la narrativa contemporanea e le diverse modalità di rappresentazione delle menti finzionali. Ha curato i volumi La lingua dell’esperienza. Attualità dell’opera di Luigi Meneghello (con l’associazione ForMaLit) e «Non poteva staccarsene senza lacerarsi». Per una genealogia del romanzo familiare italiano (assieme a Ilaria Muoio e Gloria Scarfone).

is a PhD student in Italian Literature at the University of Pisa in cotutelle with Friedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg. In his research he deals with ways and forms of generational novel in contemporary Italian literature. Among his research interest are genre theory, contemporary literature and narratological issues like how fictional minds are represent in literature. He edited the books La lingua dell’esperienza. Attualità dell’opera di Luigi Meneghello (co-edited with ForMaLit) and «Non poteva staccarsene senza lacerarsi». Per una genealogia del romanzo familiare italiano (co-edited with Ilaria Muoio and Gloria Scarfone).

Irene Fantappiè

ha una “Eigene Stelle” presso l’Institut für Romanische Philologie della Freie Universität Berlin. Ha conseguito il dottorato presso l’Università di Bologna dopo essersi formata presso lo stesso ateneo nonché presso l’Università di Heidelberg e University College London. È stata borsista “Humboldt” e successivamente ricercatrice presso la Humboldt Universität di Berlino, in seguito Visiting Scholar presso Columbia University. È responsabile della 3. Unità di Ricerca del progetto FIRB Storia e mappe digitali della letteratura tedesca in Italia nel Novecento (Università di Roma La Sapienza). Si occupa di letteratura italiana dal Cinquecento a oggi, con particolare attenzione a problemi relativi a traduzione, riscrittura e intertestualità. Tra le sue pubblicazioni: Karl Kraus e Shakespeare (Quodlibet 2012), L’autore esposto (Peter Lang 2016), Renaissance Rewritings (De Gruyter 2017, curato assieme a H. Pfeiffer e T. Roth). Il suo attuale progetto di ricerca verte sulla ricezione di Luciano di Samosata nella letteratura italiana del Cinquecento.

holds a “Eigene Stelle” at the Institut für Romanische Philologie of Freie Universität Berlin. She has gained her PhD at the University of Bologna, where she studied, with abroad periods at the University of Heidelberg and University College London. She has been “Humboldt” fellow and researcher at the Humboldt Universität in Berlin, and then Visiting Scholar at Columbia University. She supervises the Third Research Unit of the FIRB project Storia e mappe digitali della letteratura tedesca in Italia nel Novecento (Università di Roma La Sapienza). Her research interests include the Italian Literature from the 16th century to present, with a focus on translation, re-writing and intertextuality. Among her publications: Karl Kraus e Shakespeare (Quodlibet 2012), L’autore esposto (Peter Lang 2016), Renaissance Rewritings (De Gruyter 2017, edited with H. Pfeiffer and T. Roth). Her current research project is dedicated to Luciano di Samosata’s impact on Italian Literature of the 16th century.